Via dello Spagna

Descrizione

Di "Giovanni di Pietro detto lo Spagna" (1450 - 1528) si ignora il preciso luogo di nascita: probabilmente proveniva dalla penisola iberica.

Fu allievo a Città della Pieve di Pietro Vannucci, detto "il Perugino" e discepolo di Raffaello Sanzio da Urbino. Dapprima esercitò a Perugia, ma poi, vittima della concorrenza e della invidia dei colleghi di quella città, si recò a Spoleto e nel 1516 fu creato cittadino per i suoi meriti artistici.

Fu un pittore che operò in Umbria, lasciando a Spoleto l'affresco della Madonna col bambino e i Santi, a Sant'Ansano.

Alcune sue opere sono al Louvre di Parigi ed alla National Gallery di Londra.

Suo allievo Jaopo Siciliano, che ha lasciato vafrie opere a Spoleto.

Gli è stata dedicata questa ripida e stranissima via che collega Via del Duomo a Via Saffi.

Salendo  si vede una casa medioevale con finestre a bifora e porte ad ogiva. Poi dei contrafforti, e le sostruzioni sillane.

Mappa