Piazza del Mercato

Descrizione

Piazza del Mercato, incrocio del Cardo Maximo (Via dei Duchi / Via Arco di Druso) e del Decumano (Via del Municipio / Via del Mercato) è stata per lunghi secoli il fulcro della città. Prima foro romano, poi piazza principale e mercato all’aperto.

Da piazza del Mercato si accede ad una serie di importanti punti della città: il vescovado ed il Duomo, il palazzo Comunale e la casa romana, l’arco di Druso e la biblioteca Palazzo Mauri, piazza della Genga, Via Fontesecca fino a piazza Pianciani. 

Sono visibili, sulle facciate dei palazzi, affreschi e graffiti.

Luogo della culinaria per via dei numerosi ristoranti, di vari tipo, che vi si affacciano e delle varie botteghe che offrono prelibatezze della produzione tipica di Spoleto e del suo territorio.

I recenti lavori per la costruzione degli ascensori dal parcheggio e per la ripavimentazione hanno portato alla luce resti di mura romani, in parte lasciate, ove possibile, visibili, altrove necessariamente reinterrate. Sono conferme della strutura che gli archeologi hanno potuto ricostruire, con due tempi alla destra ed alla sinistra della entrata (ove ora è l'Arco di Druso), ed un tempio, o foerse un edificio pubblico, per le adunate e per la vita civile, dalla parte opposta, ove ora è la fontana.

Mappa