Sostruzioni sillane

Descrizione

Questo luogo in Via dello Spagna, che fa parte dell "insula" del vescovato, è stato scavato nel 1963, fino a scoprire resti di mura romane, probabilmente del I secolo avanti Cristo, periodo di Lucio Cornelio Silla, appunto.
I lavori furono diretti da Bruno Toscano, da Bucher e da Vicari.

Si tratta di un ambulacro con nove archi e dieci pilastri, lungo circa 30 metri.  Per circa 20 metri il percorso è rettilineo, poi volta quasi ad angolo retto sulla destra.

La tradizione popolare lo riconduce ai resti del mitico e sconosciuto palazzo Ducale, che avrebbe sontuosamente ospitato i potenti Duchi di Spoleto in amplissimi spazi.
Lo studio archeologico e la credenza potrebbero non essere in contraddizione, in quanto sopra l'edificio sillano ben potrebbe essere stato costruito il palazzo dei Duchi.

E, addirittura, questo potrebbe essere stato proseguito, nel fare e disfare tipico dei tempi, nell'altrettanto misterioso Palazzo della Signoria.

Il luogo, restaurato a suo tempo dalla Associazione Amici di Spoleto e dal Centro Internazionale di Arte Romana di New York, è oggi nell'abbandono e nel degrado.
Nondimeno conserva la sua importanza archeologica ed il suo mistero.

Mappa