Strange III - Lynn Chadwick

Descrizione

Nel 1962 il curatore delle mostre del Festival dei Due Mondi, Giovanni Carandente, chiese ad alcuni artisti contemporanei di creare delle opere da esporre in città, a cielo aperto, e di donarle poi a Spoleto. Fu uno straordinario esperimento riuscitissimo dal Titolo "Sculture in città", rimasto nella storia dell'arte moderna. Esposero a Spoleto personaggi del calibro di Giacomo Manzù, Pietro Consagra, David Smith, Henri Moore, Nino Franchina, Lynn Chadwick, Alexander Calder, Leoncillo Leonardi, Marino Marini.

Lo scultore, pittore e designer inglese realizzò questo bronzo pensando alla integrazione che avrebbe dovuto avere con la meravigliosa piazza del Duomo. La suo opera si ispira a forme antropomorfe o a immagini di animali.

In "Sculture in Città"  Chadwick espose anche Two winged figures.

Strange III si trova all'incrocio tra Via del Duomo e Piazza del Duomo.

Mappa