Tempio romano

Descrizione

La cripta di Sant'Isacco proviene dal riuso di un tempio romano, scoperto dal Sordini e risalente, probabilmente al I secolo dopo Cristo.

La colonna che resta visibile dietro l'arco di Druso e Germanico può esserne facilmente una testimonianza, La posiizione dalla colonna successiva è comunque marcata sul muro, e contribuisce a dare una idea della struttura.

Un altro resto visibile, ma non accessibile, consiste in un lungo corridoio, che costeggia a monte la attuale chiesa, cui si accede da una piccola scala in ferro che scavalca un trave.

Il tempio romano affacciava sul foro, su Piazza del Mercato, con un porticato su colonne. Quindi aveva orientamento esattamente opposto rispetto a quello della attuale chiesa di S. Ansano.

Un altro tempio doveva ergersi dalla parte opposta della via, ove ora c'è il ristorante. Alcune vestigia sono in esso contenute. 

Mappa