Nella fin te spechia

Descrizione

Si tratta probabilmente un riferimento alla favola di Fedro sul cervo che specchiandosi nella fonte ammirava le sue corna e disprezzava le sue zampe esili.

Poi, inseguito dai cani, stava riuscendo a salvarsi grazie a quelle zampette, ma le bellissime corna si impigliarano nei rami del bosco e lo fecero catturare.

Dunque la morale è "distinguere il vano da ciò che è importante".

Altra interpretazione, parimenti degna, è "ti specchierai nella tua fine", come a dire che la personalità si rivelerà al momento della conclusione di un percorso, valutandone i risultati.

La scritta si trova su un architrave a piano terra del palazzo Leti Sansi , sul lato di piazza Sansi.

Mappa