Fontana del Mascherone

Descrizione

La fontana dovrebbe risalire al '600, essendo però stata restaurata nel 1736, come recita la iscrizione superiore. Sembra però che esistesse già una fonte in epoca antica.

Pare, ma non è certo, che sia opera di Emanuele Crise.

Ovviamente il nome gli deriva dal volto deformato ed enigmatico da cui esce l'acqua, riversandosi in tre vasche successive. Forse la prima di queste era un sepolcro. E' quasi certo, invece, che furono usati materiali di risulta provenienti dal ponte sanguinario.

Oltre alla funzione di pubblico ornamento svolgeva anche quella di abbeveratoio per cavalli.

Vicino ed insieme al "mascherone" v'è una fontanella, sormontata dalla invitate e caritatevole iscrizione "bevi viandante", come a dire "Spoleto ti offre ristoro".

Mappa