Rocca dei Perugini

Descrizione

Essendo stata rasa al suolo pochi anni dopo la costruzione, nel XIV secolo, la Rocca dei Perugini non è più visibile, ma se ne può apprezzare la posizione, ammirando l'attuale palazzo costruito sulle stesse fondamenta.

Nel periodo della cattività avignonese,  quando i territori dello Stato della Chiesa erano allo sbando, i perugini (guelfi) riuscirono a imporre il loro potere su Spoleto (prevalentemente ghibellina). E si costruirono una loro Rocca, ai margini della città (nella zona ove ora Corso Garibaldi si congiunge con Via Porta Fuga).

Secondo Parruccio Zampolini fu costruita tra il 1324 ed il 1326.

Quando Gil Albornoz ristabilì l'ordine nei territori, nel 1353 emise un ordine, denominato "a romana chiesa nullo medio pertinente", con il quale ristabilì la piena libertà di Spoleto. Così il "cassero", o "castellina" o "rocca dei perugini" fu demolito.

In quel periodo "la castellina" era il toponimo del quartiere.

Mappa