Descrizione

Il complesso di San Nicolò è contemporanemanete un teatro, un centro espositivo ed un centro congressi. Fu eretto nel 14. secolo dai fratii Agostiniani, ed era dotato di una ricca biblioteca. Nel 1512 essa fu visitata persino da Martin Lutero.

Subì nel 18. secolo un progressivo declino fino al colpo di grazia, rappresentato dal terremoto del 1767. Così fu abbandonato, ed usato in vari modi, come stalla, come magazzino, come ricovero di fortuna.

Rimase in tale stato di abbandono fino a i tempi nostri. Solo nel 1960 si provvide al suo recupero. 

La facciata, su via Elladio / via Ponzianina, è molto semplice e lineare, a due falde a capanna, ma con un bel portale ad ogiva, e, nella lunedtta, l'affresco della Madonna col Bambino fra i Santi Agostino e Nicola (1412) 

Vi è annesso un bellissimo chiostro con il prato. 

Oltre al teatro stesso, capiente di 450 posti, un'altra sala congressi è al piano primo, con bellissimi panormi sulla valle di Spoleto.

 

 

 

Mappa